Abstract
A seguito delle sentenze Schrems I e Schrems II, le autorità dell'UE per la protezione dei dati riunite nell'EDPB (European Data Protection Board) si sono ispirate alla giurisprudenza di due massime corti di giustizia in Europa per identificare le Garanzie Essenziali Europee, che devono essere rispettate nel trasferimento dei dati personali per assicurare interferenze con i diritti fondamentali alla privacy e alla protezione dei dati personali della Carta di Nizza, attraverso la sorveglianza nei paesi terzi, non vanno al di là di quanto necessario e proporzionato in una società democratica.
Gli esportatori di dati devono assicurarsi che tali misure non pregiudichino gli impegni e l'efficacia dei strumenti di trasferimento (di cui all'articolo 46 del GDPR), quali le clausole tipo di protezione dei dati (SCC), le norme vincolanti d'impresa (BCR), o i codici di condotta approvati. Ciò pone enormi sfide sia per le piccole e medie imprese che per i grandi gruppi aziendali. Vogliamo discutere quindi i prossimi passi e individuare le possibili soluzioni.

A chi si rivolge
Ai consulenti privacy, DPO - Data Protection Officer, agli addetti alla gestione dei dati personali e chiunque voglia formarsi sul tema.

INIZIO
Alle ore 17.00


Contenuti:
Lo scopo delle garanzie essenziali
Le garanzie essenziali europee si basano sulla giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea 
Sentenza Schrems II: invalidazione del Privacy Shield e conseguenze


Link e documento pdf utili:
A Path Forward for International Data Transfers under the GDPR after the CJEU Schrems II Decision
European Essential Guarantees Guide



Hai la stoffa per entrare in Raise?

Possono accedere all’Accademia solo i professionisti motivati e che hanno le competenze necessarie per potersi confrontare con gli altri partecipanti e i docenti.