Abstract
Il tema della videosorveglianza avrà in futuro sempre maggiore rilevanza anche in virtù di tutta la tecnologia che si sta sviluppando nel mondo IoT.
Il consulente che eroga servizi GDPR deve essere in grado di assistere il proprio cliente sia in ambito informatico che giuridico andando a riconoscere quando e come può procedersi ad accordo sindacale e quando l’unica strada percorribile è quella della richiesta per l’autorizzazione presso l’Ispettorato del Lavoro competente.
Tale attività va però valorizzata anche economicamente affinchè il Cliente abbia la percezione del valore qualitativo della prestazione erogata che nasce già in fase di trattativa con un contratto da proporre che tenga conto di tutto ciò.

A chi si rivolge
Ai consulenti privacy, DPO - Data Protection Officer, agli addetti alla gestione dei dati personali e chiunque voglia formarsi sul tema.


Contenuti:
  • Quadro di riferimento normativo per il rapporto di consulenza/cliente
  • Template di contratto di consulenza
  • Quadro di riferimento normativo dei processi di autorizzazione per la sorveglianza
  • Accordo sindacale, accordo con RSU ed istanza presso l’ITL
  • Template modello accordo
  • Sanzioni per la mancata osservanza delle norme


Hai la stoffa per entrare in Raise?

Possono accedere all’Accademia solo i professionisti motivati e che hanno le competenze necessarie per potersi confrontare con gli altri partecipanti e i docenti.